L'Orgoglio Agricolo, tra Gusto e Benessere

Peperoncino e Prostata: La Magica Medicina

Si dice spesso che peperoncino e prostata non vadano d’accordo, poiché questa spezia rossa può irritare la ghiandola maschile. (Qui trovi un articolo opposto su peperoncino e prostata)

Vediamo come invece il peperoncino, se usato correttamente e in giuste quantità, può addirittura essere un valido alleato della prostata, specie in caso di cancro.

peproncino fa bene

Capsaicina, “Killer” delle Cellule Maligne

Il peperoncino (Capsicum Anuum) prende il suo calore da una sostanza chiamata capsaicina. Mentre la capsaicina è ampiamente studiata e conosciuta per la sua capacità di ridurre il dolore, gli studi* hanno anche mostrato che può aiutare ad uccidere le cellule cancerogene, incluse quelle del cancro alla prostata.

E’ stato dimostrato infatti che la capsaicina spinge le cellule cancerogene a “suicidarsi” (un processo chiamato apoptosi). Questa sostanza riesce a far ciò attaccando la porzione che produce energia delle cellule, chiamata mitocondrio. Inoltre, fa questo senza intaccare le cellule sane che circondano le cellule malate.

“La capsaicina promuove il suicidio delle cellule cancerogene (apoptosi) e migliora anche altri fattori che inibiscono lo sviluppo del cancro alla prostata” *(cit. dal primo studio del 2016 in fondo all’articolo)

Questi studi hanno anche mostrato come il peperoncino possa drasticamente rallentare lo sviluppo del tumore alla prostata, e di come sia un’eccellente aggiunta al trattamento convenzionale per questo tipo di cancro.

Altri Benefici del peperoncino

Insieme alle sue proprietà anticancerogene, il peperoncino offre anche:

  • Benefici cardiovascolari. È un potente antiossidante che combatte i radicali liberi conducenti all’ateriosclerosi.
  • Aiuto nel prevenire le ulcere. Può infatti ricostruire il tessuto dello stomaco e l’azione della peristalsi intestinale.
  • Drenaggio del setto nasale congestionato.
  • Riduzione del danno cellulare, che può portare a complicazioni tipo il diabete.

Come assumere capsaicina?

Mentre la capsaicina isolata dal peperoncino è valida per gli scienziati che ricercano un nuovo medicinale, negli esseri umani l’estratto può comportare seri effetti collaterali.

C’è da tenere presente che le salse piccanti pastorizzate possono essere irritanti e spesso sono associate con casi di tumore allo stomaco, specie in Messico dove vengono consumate in gran quantità.

I benefici del peperoncino per la prostata si trovano nella sua forma integra a crudo – fresco o secco. Puoi mangiare perciò (se riesci!) il peperoncino fresco o prendere delle capsule di peperoncino macinato al pasto. O semplicemente puoi aggiungere un po’ di polvere di peperoncino nei tuoi piatti.

Studi scientifici

* Ramos-Torres A et al. The pepper’s natural ingredient capsaicin induces autophagy blockage in prostate cancer cells. Oncotarget 2016 Jan 12; 7(2): 1569-83

*https://www.scribd.com/document/209667543/Hot-Pepper-Ingredient-Kills-Prostate-Cancer-Cells

*http://cancerres.aacrjournals.org/content/66/6/3222.short

*http://www.futuremedicine.com/doi/abs/10.2217/fon.10.117?journalCode=fon

Articoli Correlati:

  • Non ci sono articoli simili

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *