L'Orgoglio Agricolo, tra Gusto e Benessere

Prostatite: Sintomi e Asparagi, c’è Correlazione?

Prostatite: i Sintomi Possono Essere Influenzati Anche dagli Asparagi

prostatite-sintomi

Alcuni studi scientifici illustrano la relazione tra gli asparagi e il cancro.

Anche se dovremmo prima dire che le voci in giro su Internet sono esagerate e basate su studi in corso, ci sono però alcuni studi preliminari incoraggianti sugli asparagi che agisce come un agente anti-cancro.

Ecco ciò che la scienza suggerisce attualmente:

Conosciamo da tempo la relazione che c’è tra l’infiammazione cronica e lo stress ossidativo che fa aumentare il rischio per molti tipi di cancro e fa aggravare qualsiasi tipo di prostatite, come anche l’ingrossamento della prostata. Così si potrebbe logicamente concludere che le sostanze nutrienti anti-infiammatorie presenti negli asparagi lo rendono una scelta alimentare eccellente per le persone che cercano di prevenire le malattie infiammatorie correlate come il cancro.

Uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association del 2010 ha dimostrato che la vitamina B6 combinata con folato e metionina può ridurre il rischio di cancro al polmone di ben due terzi.

L’asparago contiene vitamine del gruppo B e acido folico. È possibile ottenere metionina dalla carne, pollame, pesce, ricotta e yogurt, uova, aglio e cipolle, lenticchie e fagioli, e semi di sesamo, anche se molti di questi alimenti sono poi da bandire per ben altri dannosi motivi.

I ricercatori di Nanjing in Cina, nel 2009 hanno identificato un composto chiamato “Asparanin A” negli asparagi e hanno anche scoperto che arresta la crescita delle cellule tumorali del fegato e può anche causare la morte di queste cellule.

Unica nota dolente tra tante sostanze benefiche è la presenza negli asparagi dell’acido urico, che favorisce l’ossidazione e l’infiammazione nel nostro organismo, di conseguenza anche la prostatite ed i suoi sintomi, ed è quindi doveroso precisare che, soprattutto in presenza di problemi alla prostata, è bene cuocere gli asparagi in acqua fino a farli bollire, in questo modo perdono gran parte dell’acido urico nell’acqua con conseguente ed evidente riduzione.

Conclusioni sull’Assunzione degli Asparagi

Dal momento che l’asparago contiene tante sostanze nutritive, merita un posto fisso nella nostra salutare dieta, insieme ad altra frutta e verdura. Come già notato, è decisamente migliore per ottenere la maggior parte delle sostanze nutritive rispetto ai cibi integrali. Pensate al significato, di cosa vuol dire ottimizzare la nostra dieta con un aumento di frutta e verdura oggi. Poi lasciate che gli integratori restino integratori e non cibo quotidiano. Per finire, l’asparago è sulla lista dei peggiori vegetali a causa della grande presenza di pesticidi, a meno che non si compra biologico.

Come Acquistare e Preparare

asparagi-grigliati

Alcuni asparagi sono spessi e alcuni sono sottili. Si consiglia quelli di grande spessore per essere arrostiti oppure cotti a vapore, quelli sottili per grigliate. Per massimizzare il loro valore per la nostra salute, molto meglio mangiare asparagi crudi. Prima di mangiarli o cucinarli, tagliare via il fusto legnoso, meglio se fatto con le mani e la propria sensibilità, poichè è molto più difficile da trovare il punto in cui tagliare se usiamo un coltello.

L’asparago è facile da preparare. Uno dei modi più semplici è lavarli, metterli in una lunga teglia, olio d’oliva e i vostri condimenti preferiti, aglio fresco o aglio secco in polvere, aceto balsamico, pepe, limone o scorza di limone, non tutti in una volta! Provare un po’ per trovare il tuo preferito.

Verdure per l’Ingrossamento della Prostata

L’ingrossamento della prostata, noto in medicina come iperplasia prostatica benigna o BPH, è una condizione che colpisce gli uomini di età superiore ai 40. E’ il risultato di cambiamenti ormonali associati con il naturale invecchiamento. Se si soffre di BPH, mangiare più verdure, soprattutto ricche di vitamina C, può aiutare a migliorare la salute della prostata. L’aggiunta di alcuni alimenti nella vostra dieta è un ottimo modo per migliorare il percorso di guarigione.

Il Legame tra Verdure, Dieta e BPH

Secondo uno studio pubblicato nel numero di febbraio 2008 del “Medical News Today,” c’è una forte correlazione tra un basso contenuto di grassi, la dieta a base di vegetali ricchi di nutrienti e l’ingrossamento della prostata.

La dieta di più di 4.000 partecipanti è stata valutata nel corso dello studio. Gli autori hanno scoperto che consumando quattro o più porzioni di verdura al giorno diminuiscono il rischio di ingrossamento della prostata del 32%, mentre le diete ad alto contenuto di grassi aumentano il rischio di questa condizione del 38%. E fin qui non posso che essere d’accordo, per esperienza personale.

Secondo questo studio, la moderata assunzione di alcol diminuisce in modo significativo il rischio di sviluppare BPH, ma questo sempre secondo i valori scientifici, che però non sempre hanno un reale riscontro. Johns Hopkins Medicine indica che gli uomini in sovrappeso hanno aumentato le probabilità di sviluppare questa condizione, e gli uomini obesi hanno 3,5 volte più probabilità di soffrire di BPH rispetto agli uomini con un peso nella norma. Aumentando il consumo di verdure, una persona di solito tende a mangiare meno grassi e il peso migliora.

Vitamina C di cui Sono Ricche Molte Verdure

Secondo l’Università del Maryland Medical Center, la dieta gioca un ruolo importante nella salute della prostata, e le fonti vegetali di vitamina C sono associate ad un minor rischio di ingrossamento della prostata. Le verdure sono ricche di vitamina C, rientrano in questa categoria le verdure a foglia verde, peperoni, asparagi, avocado, broccoli, cavolini di Bruxelles, cipolle, piselli e pomodori. Alcune erbe e spezie come l’erba medica, fieno greco e pepe di cayenna sono anche delle buone fonti di vitamina C. I vegetali dovrebbero essere consumati freschi il più spesso possibile, perché la cottura riduce in modo significativo la quantità di vitamina C e di altri nutrienti.

Articoli Correlati:

  • Non ci sono articoli simili

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *